Porto Livorno >> Home page

Guida Tv

Piazza Cavallotti
Effetto Venezia
Il mercato coperto
Autobus in via Grande

News

30/09/2008 

Donne sub

Sguardo dolce, sorriso luminoso, modi misurati, Lisa e Anna, semplicemente due donne, che in porto, a Livorno lavorano in condizioni estreme. 

Operatrici subacquee dove la visibilità è zero e il pericolo è in ogni cosa che tocchi e si muove. Con loro Andrea e Emiliano, insieme sono la SETEMAR. 

 Uomini e donne, compagni di lavoro, ciascuno ha in mano la vita dell’altro. “Altre donne che fanno questo lavoro sono negli USA, in Olanda; in Italia, noi”. 

Anna sulla barca Lisa nasce a Livorno 30 anni fa, è laureata in Scienze Ecologiche e della Biodiversità ed iscritta al corso di laurea specialistica di Biologia Marina all’Università di Pisa, s’è diplomata al Liceo Scientifico Cecioni della nostra città. 

Anna Diana, viene invece, dal Liceo Classico di Oristano. 29 anni, Laurea in lettere classiche, Università di Sassari, 110/110, lode. Specializzanda in Archeologia Classica a Genova. 

“La nostra città è vicina al mare; mio padre, Raffaele, appassionato di pesca subacquea, ci portava con se, la mia gemella e i due fratellini. Lui pescava e noi dalla superficie lo seguivamo e in apnea, scendevamo a vedere le tane dei pesci. La passione per il mare in parte, l’ho ereditata e maturata fino a sognare di diventare una professionista del mare. Mi piace fare ogni cosa al livello più alto”. 

“All’Asinara, nel 2002, durante lo scavo archeologico di un relitto romano del 4° sec. D.C. Paga al minimo, assicurazione personale, quattro ore di lavoro subacqueo al giorno. Conosco gli uomini della SETEMAR di Livorno, Andrea, Emiliano e Leone. Scoprivano il relitto e noi mandavamo su le anfore. Se ti piace questo lavoro, perché non provi come professionista? Per me il lavoro è cominciato da qui. Ho avuto la qualifica OTS nel 2004. Alla fine del corso, qualificati in 11, io unica donna, ottava. Il primo a chiamare, mio padre: “Me l’aspettavo, speriamo sia l’inizio delle tue aspettative”. Ora, Anna guarda all’archeologia come un tecnico, la società per cui lavora per ora, non partecipa a gare di scavo archeologico non è un prodotto sicuro, continutivo. “Preferisco fare il tecnico, l’archeologo subacqueo non è ripagato sufficientemente” sottolinea Anna.

Anna e Lisa sotto la nave in bacinoLisa da oltre un anno lavora per SETEMAR, una delle aziende che a Livorno svolgono lavori subacquei in ambito portuale, collaboratori di Azimut-Benetti. Scelta professionale dettata dalla passione per l’attività subacquea. Nel tempo libero corre all’Elba da Fabio il fidanzato, subacqueo anche lui e titolare di un diving. 

“Non ho mai avuto grandi passioni. Mi piacciono libri di fantascienza. Soprattutto mi piacevano tante cose ma, non mi ci impegnavo. Interessi che duravano poco. Ora i miei genitori sono contenti di vedermi felice per il lavoro che faccio. Loro vedevano che mi mancava qualcosa nella vita. Ora la mia vita è organizzata per andare sott’acqua, lavoro e tempo libero. Chi mi conosce: “sei matta ad andare sott’acqua”. Gli altri, i subacquei vorrebbero essere al mio posto, colgo invidia nei loro giudizi. 

Nella subacquea ricreativa ci si affida ad una guida a professionisti. Tu che li accompagni devi capire il livello di preparazione e guidarli in posti dove possano trovare scogli ricchi di vita, vedere il pesce, così tutto è più bello, divertimento assicurato. Nella professione, sei più rilassata, penso solo per me, sempre concentrata: avvitare e svitare, agganciare. Devi sempre pensare, essere nella posizione di minor rischio, mai toccare qualcosa in movimento, non spostare nulla a mano, non occorre fare sforzi, e la forza serve il meno possibile. In acqua la visibilità spesso, è pari a zero, a stento vedi le mani; nelle condizioni migliori non avrai mai una visione d’insieme. Capisci dalle vibrazioni e dalla “cima guida” in mano al compagno fuori dall’acqua: uno strattone: stop; due: maina; tre: vira. Il telefono subacqueo è meno pratico, cavo doppio e più lungo, l’apparato costa molto e si rovina. Lo usiamo in bacino e dove occorre precisione. Non sono in tanti a fare questo lavoro, qualsiasi cosa, qualsiasi movimento è pericoloso. Sei tu e la nave, tu e l’elica, tu e il corpomorto. Il cervello ti salva valutando i rischi. Poi, la sfiga c’è, per tutti”. 

“Io confido in chi sta fuori dall’acqua. Chi sta sulla nave ora, firma un foglio di responsabilità. Si deve sapere che stiamo lavorando sull’elica, il motore non va azionato.”. 

Anne ed EmilianoDurante il lavoro devi pensare e ragionare, Ogni lavoro è studiato programmato fuori. Anche la fatica sott’acqua si annulla se hai gli strumenti adatti. L’acqua non ci appartiene. Ci adattiamo a lavorare sott’acqua. L’attrezzatura va provata fuori e in acqua tutto funziona in sincrono. Il nostro lavoro è risolvere i problemi di chi è fuori dall’acqua. E’un lavoro bello e divertente, duro, appassionante. Gli OTS, lavorano secondo un contratto da metalmeccanico - Vorremmo il riconoscimento della nostra categoria. Per i palombari, che fanno il nostro stesso lavoro, un anno di attività vale per due. In Italia ci sono circa 3000 persone che svolgono la nostra professione”. 
Emiliano Lucchesi, 38 anni fisico atletico, ama la natura, il tracking, scalare e ha coltivato un sogno: fare il Vigile del Fuoco. Quando è fuori dall’acqua corre in palestra è istruttore di pugilato. 

“Sott’acqua in porto - ribadisce Emiliano - c’è tutto quello che non piace alle persone: buio, solitudine. Non sai cosa hai accanto, lamiere taglienti, vetro, un cavo, il relitto di una barca. Sbatti contro cose, non sai cosa siano, né riesci a capirlo. Quante volte rimani agganciato agli ami di un palamito! Il mare è terra di nessuno. Quando vuoi nascondere qualcosa, la butti in mare. Il primo lavoro, con Andrea: allineare una navetta in bacino piccolo. Paura? Sempre. Terrore , no. Non mi sento un superman, se una cosa la faccio io, chiunque può farla”. Lavorare con le donne? La donna vuole imparare è meno forte ma, se usi l’intelligenza… Qui non bisogna essere forte per capire come muovere un oggetto che pesa tonnellate. Ci vuole il giusto equilibrio. M’è capitato di dover pulire una tubazione a 5 metri di fondo. Il tubo non più largo di un metro. Dentro, in due con scalpello e sorbona. Siamo entrati nel tubo per 40 metri”. 

Anna e Andrea“Mettere una nave in bacino - riprende Anna - sempre, io e Lisa, tutti controlliamo la platea quando il piano d’appoggio è allestito. Le taccate centrali e laterali. Quando la nave è dentro scendo lungo la murata fino alla chiglia e cerco la taccata. Tocco e ciò che so fuori devo verificarlo sott’acqua. Sei tra la nave e la taccata, una sensazione estrema, adrenalinica, al tempo stesso è bellissimo. La nave è enorme, in controluce, le eliche talvolta, hanno un moto lentissimo. Quando sei al bacino galleggiante, vicino all’imboccatura del porto, il compagno fuori avverte: “ora sentirai movimento, sta entrando una nave. Il rumore dell’elica ti entra nella testa come una trivella ma, attenzione al movimento della tua nave, alla distanza dalle taccate, tu sei nel mezzo, devi essere molto concentrato. La mente, parlo da donna, riesce a darti equilibrio. Quando mi vesto metto la gonna con lo spacco e, anche i tacchi alti. Mi piace essere donna. Il lavoro non deve negare la tua femminilità, deve migliorarci. Sto lavorando ad un libro, un manuale per OTS, consigli pratici su lavori subacquei in porto. Sono preziosi i consigli e l’esperienza di Andrea, titolare della SETEMAR insieme al comandante Giuseppe Urrù. Andrea è un vero maestro. Come istruttore l’ho avuto persino nella scuola OTS. Andrea, grande e grosso, un bagaglio d’esperienza come pochi, ha timore di me e Lisa. Ha timore del nostro equilibrio. Ci arrabbiamo tra noi quando chi è fuori non anticipa il pensiero del sub, non prevede ciò che necessita al lavoro: la bombola pronta, la chiave necessaria etc. Cosa t’ho insegnato! Elisa “s’arrabbia” quando s’accorge che mi incalzano, mi pressano. D’inverno finiamo a volte, alle 19.00. Torno a casa stanca infreddolita, continuo a fare. Mi piace quando, una persona abbia voglia di guardarti dentro, rispettarti per quello che sei, conoscere il tuo lavoro. Fino a tre anni fa, avevo i capelli cortissimi; ora più lunghi, sogno di farmi la treccia. Non mi limo le unghie, mi piace andare a correre, passeggiare e fare lo shopping. Sono una donna come un’altra”.

(Testo e immagini: Luciano De Nigris)


Altre Notizie:


28/03/2017 
AUTOVELOX: CONTROLLI DAL 28 MARZO AL 1 APRILE

La Polizia Municipale di Rosignano Marittimo da martedì 28 marzo effettua il controllo elettronico della velocità all’esterno e all’interno dei centri abitati di Vada, Rosignano Solvay e Castiglioncello [...>]

27/03/2017 
Offerte di lavoro per collocamento mirato Occasioni a Livorno, Rosignano e Bolgheri per disabili e categorie protette

04/02/2017 
Domenica 5 febbraio, prima domenica del mese - Visite gratuite al museo di Villa Mimbelli e alla Biblioteca Labronica

In Biblioteca ultimo giorno della mostra ‘Campioni e Sport a Livorno’ Alle ore 17 lo spettacolo “Picchi” di Alessandro Brucioni e Michele Crestacci

Domenica 5 febbraio, prima domenica del mese, porte aperte al Museo “Fattori” di Villa Mimbelli e alla Biblioteca Labronica “F [...>]

07/12/2016 
Il presepe subacqueo

I sub del diving La Torre di Calafuria hanno posizionato in mare un originale presepe subacqueo [...>]

30/09/2016 
Tombolo: lavori al ponte dell'Aurelia Dal 3 ottobre cavalcavia sulla ferrovia chiuso due mesi, i percorsi alternativi

Riqualificazione del ponte dell'Aurelia a Tombolo e conseguenti modifiche al traffico [...>]

03/12/2015 
Aperture straordinarie del Mercato Centrale dal 21 al 24 dicembre

Aperture straordinarie  del Mercato Centrale dal 21 al 24 dicembre

In occasione delle prossime festività natalizie il mercato centrale rimarrà aperto in orario continuato, dalle 7 alle 19, dal 21 al 24 dicembre [...>]

15/07/2015 
Mega Andrea in linea sulla Sardegna

La nuova nave gialla parte alle ore 21, sulla tratta Livorno/Golfo Aranci

La Mega Andrea, gemella della Mega Smeralda, ammiraglia e gioiello della Compagnia, è pronta per affiancare la Mega Express Three sui collegamenti per la Sardegna, a partire dal prossimo 16 luglio, con il viaggio Livorno/Golfo Aranci delle ore 21 [...>]

07/07/2015 
Spiaggia libera del Sale,in funzione la doccia.

Dal 3 luglio è attiva la doccia pubblica realizzata in prossimità della spiaggia del Sale dal Sindacato Balneari Confcommercio Livorno su progetto condiviso con l’ufficio demanio marittimo del Comune [...>]

06/07/2015 
Da lunedì 6 luglio nella rete civica e presso gli uffici educativi di via delle Acciughe Pubblicazione delle Lista dei richiedenti la prima iscrizione ai Serviz

Fino a domenica 12 luglio la possibilità di chiedere il riesame del non accoglimento della domanda [...>]

04/05/2015 
“TRE PONTI”: AL VIA LA PULIZIA E LA RACCOLTA DELLE ALGHE

Area interdetta al pubblico per 15 giorni ma si lavora per anticipare l’apertura [...>]

12/03/2015 
Livorno e Piombino in vetrina al Seatrade di Miami, la fiera internazionale delle crociere

Un esempio di sinergia tra istituzioni, quello che porterà a breve la Porto Livorno 2000, società che gestisce il traffico crocieristico livornese, al Sea Trade Cruise Shipping, la più importante manifestazione nel settore delle crociere, che si tiene dal 16 al 19 marzo 2015 a Miami (USA) [...>]

10/03/2015 
Bando per la concessione di contributi per la partecipazione alla manifestazione Vinitaly

Nell’ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Livorno intende sostenere ed incentivare, attraverso l’erogazione di contributi, la partecipazione alla manifestazione fieristica Vinitaly, in programma a Verona dal 22 al 25 marzo 2015 [...>]

02/03/2015 
Scadono il 31 marzo i permessi in deroga per Ztl e Zsc per i non residenti

Alcune categorie possono fare il rinnovo online

Come ogni anno, scadono il 31 marzo i contrassegni per l’autorizzazione in deroga ai non residenti per accedere nelle zone a traffico limitato (Ztl) e a sosta controllata (Zsc) [...>]

29/01/2015 
Corso abilitante per agenti e rappresentanti di commercio

Il corso professionale abilitante per agenti e rappresentanti di commercio organizzato dalla Camera di Commercio di Livorno avrà inizio martedì 10 febbraio [...>]
Giovanni Fattori
Amedeo Modigliani
Renato Natali
Renato Natali

.eu Domain
© Copyright | Avviso legale | Privacy | Contatti
AddressItaly S.a.s. P.Iva 01443740491
www.addressitaly.it
Livorno - Porto di Livorno - Porto Livorno - Porto Terminal - Agenzie Marittime - Case di Spedizione - Porto Livorno - Compagnia Lavoratori Portuali - Dogana - Capitaneria di Porto Autoritࠐortuale - Imprese sbarchi e imbarchi - Magazzini Generali - Trasporti Partenze navi - Linee regolari - Ordinanze - Bandi di gara